Come Fare Colla di Pesce

Nell’antichità la colla di pesce era una delle più usate, sia per scopi alimentari che per usi artistici. Questa colla infatti veniva utilizzata per realizzare le dorature, per stendere i pigmenti a base di terre e per realizzare inchiostri ed acquerelli.

Per realizzare la colla di pesce per scopi artistici si potrebbe semplicemente comprare quella venduta già fatta per scopi alimentari, ma che soddisfazione ci sarebbe? Possiamo invece realizzarla in casa! Prendi un pesce e puliscilo bene, facendo in modo da conservare il più possibile la pelle e la lisca.

Prendi il tuo materiale e mettilo in un pentolino pieno di acqua bollente. Dai un bollore al tutto, giusto per alcuni minuti, dopo metti i cascami del pesce sotto acqua fredda ed elimina tutti i rimasugli di carne o tessuti molli. Rimetti i cascami a cuocere nel pentolina, ma questa volta a fuoco lento, e lasciali sul fuoco almeno un’ora.

Filtra il composto con un collant, e lascialo raffreddare. Mettilo in frigo e portalo ad una temperatura ancora più bassa. Dovrà avere una consistenza gelatinosa, come la gelatina degli involtini al prosciutto che tua zia fa a Natale. Se la consistenza ancora non c’è rimetti tutto sul fuoco, cascami e colla, per un altro po di tempo. Il tempo è relativo, ricorda che ogni pesce è diverso. Per l’uso, scalda la colla a bagnomaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *