Come Fare Asole ai Bottoni

Certamente capisco che, se non si ha dimestichezza e non si conoscono le nozioni poste a base del taglio e del cucito, si palesano enormi difficoltà nella realizzazione di un abito. Quello che ti propongo io non è questo, ma la realizzazione di un occhiello nella versione biancheria e nella versione relativa ad un capo di abbigliamento qualora, per esempio, ne avessi un bisogno all’improvviso. Seguendo queste facili istruzioni, potresti addirittura trovare divertente il fare asole.

Occorrente
Ago per cucito
Filo di cotone
Matita
Tagliasole oppure normali forbicine

Adagia il campione del bottone sulla stoffa e segna con una matita la lunghezza dell’asola.
Ricordati che deve essere leggermente più lunga del bottone.
Imbastisci sopra e sotto, in modo da ottenere un bel rettangolino.
Guarda l’immagine che ti ho proposto.
Con il tagliasole, oppure con una normale forbicine per unghie, taglia lungo il segno fatto inizialmente con la matita.

Infila l’ago e comincia a lavorare.
Procedi come vedi nell’immagine, andando cioè da sinistra verso destra e sempre sul dritto del lavoro.
Devi avere l’accortezza e la pazienza di fare i punti molto fitti, più precisamente ben accostati.
Non ti affrettare e, se sbagli, sfila quel determinato punto che non ti piace e riprovaci.
Sappi che il punto che stai eseguendo si chiama in sartoria “punto occhiello”.

Una volta che sei pervenuta al lato più corto del rettangolino, esegui una specie di “barretta”.
Fai passare cioè tre o quattro fili in verticale (sono quelli che successivamente vedi posti nell’immagine sopra l’ago).
In realtà questi punti in verticale vengono eseguiti, come ti dicevo, prima di effettuare il punto ad occhiello.
Ora puoi eseguire il punto ad occhiello.

Procedi per l’altra metà conformemente a quanto e a come già ti è stato spiegato in precedenza.
Il lavoro si potrà dire concluso solo quando avrai eseguita anche la seconda barretta speculare al lato più piccolo del rettangolo.
Ti consiglio di fare delle esercitazioni (per “farti la mano”) su stoffe varie, dette “rimasugli pezzari”, di cui siamo tutti provvisti in casa.

Un accenno all’asola dei capi di vestiario, che come già dicevo nell’introduzione, può ritenersi alquanto differente, anche se di poco, da quella che si usa per la biancheria.
L’inizio e il primo passo sono identici a quanto segnalatoti nelle prime due immagini.
Arrivata al lato più corto, dove era necessario fare la “barretta”, qui devi fare invece dei punti ad occhiello in tondo.

Procedi oltre, allo stesso modo delle asole per biancheria.
Quando sarai pervenuta all’ultimo lato corto del rettangolino, devi fare la famosa “barretta”, quella che ti ho indicato nelle fasi degli occhielli per biancheria.
Sono sicura che una certa dose di pazienza, sorretta dalla volontà di riuscirci, ti farà conseguire ottimi risultati nella realizzazione di occhielli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *